13 dicembre

Le terre dei ívintií:convegno di Studi


L’incontro si riferisce ad un progetto relativo al problema storico delle famiglie discese dai comites insediati nelle varie città toscane dagli imperatori dei secoli IX-X, nel loro rapporto con i Comuni cittadini costituitisi nel secolo XII e protesi ben presto al controllo del proprio territorio esterno (il "Contado"). Il progetto si pone dalla parte dei ’vinti’ (le famiglie comitali che alla fine soccombettero all’espansionismo comunale) e intende servirsi degli strumenti della storia (fonti scritte) e dell’archeologia (documentazione materiale). ma con uno scopo di ampia diffusione delle conoscenze in un’ottica di Public History e Public Archaeology.

Il progetto prende le mosse dalla opportunità di avviare un confronto fra quanto le ricerche di taglio storico ed archeologico vanno mettendo in risalto e diffondendo, spesso in ambiti di comunicazione indipendenti. Si tratta di tratteggiare un panorama di conoscenze su di un tema classico della storiografia medievista, che anche il metodo archeologico sta contribuendo a rendere maggiormente definito, nelle sue declinazioni materiali (dall’edilizia, ai manufatti, al paesaggio), come sta accadendo, ad esempio, per i progetti archeologici in corso, fra altri, sui Guidi, sugli Aldobrandeschi, sui Della Gherardesca e, anche se nel suo stadio iniziale, sui Cadolingi.

L’incontro è stato anche occasione per presentare un progetto che, nel corso del 2016-17, prevede serie di appuntamenti nel corso dei quali, accanto ad aggiornamenti sullo stato delle ricerche su di una singola famiglia comitale nel proprio territorio di riferimento, saranno sviluppate attività espositive d’impatto visivo ed ambientale sul tema, ospitate preferibilmente nei musei toscani in forme economiche (’sostenibili’) ma efficaci (velari, iconografie, riproduzioni materiali in 3D, etc.) e, ove possibile, comprendenti anche manufatti originali provenienti dalle più recenti indagini sul tema. Il programma potrebbe quindi concludersi (2017) con una pubblicazione ed una mostra di respiro complessivo probabilmente in casa del ’vincitore’, Firenze.

Programma

 Mattino (ha presiedutoGiuliano Pinto)

 9.15 Saluti

 Relazioni introduttive: 

 9.40 Guido Vannini - Michele Nucciotti: Un programma per una storia archeologica delle Signorie comitali  in Toscana, fra storia territoriale e archeologia pubblica

10,00 Mauro Ronzani:  Le famiglie comitali in Toscana: origini, quadro generale e sviluppi fino alla metà del secolo XII

 10.30-10.45 Pausa

 Sezione I: Famiglie comitali e media aristocrazia. Esempi nella Toscana guidinga e nord-occidentale

 10.45 Maria Elena Cortese: La media aristocrazia fra XI e XII secolo

 11.15 Chiara Molducci - Valentina Cimarri:  La costruzione del paesaggio signorile X e XIII : il territorio guidingo  fra tradizione e innovazione

 Sezione II: Strategie territoriali della famiglie comitali nell’area volterrana-gherardesca e nella Toscana occidentale

 11.45 Maria Luisa Ceccarelli Lemut:  Le fondazioni monastiche nelle strategie territoriali delle casate comitali toscane

 12.15 Giovanna Bianchi: Tempi e modi di formazione della signoria territoriale: la prospettiva archeologica

 13-14.45 Pranzo

 Pomeriggio (ha presieduto Paolo Pirillo)

 Sezione III: Verso i «principati»: forme e pratiche di governo nella Toscana meridionale aldobrandesca

 15.00 Simone M. Collavini: Creazione, organizzazione e crisi dei «principati» (metà XII-metà XIII)

 15.30 Michele Nucciotti: Tipi edilizi e sedi di governo comitali tra X e XIII secolo nella Toscana meridionale e orientale

 Sezione IV: Confini e competizione fra Cadolingi e Guidi nel Valdarno Inferiore

16.00 Alberto Malvolti:  I castelli dei conti Guidi e dei conti Cadolingi e il controllo del passo d’Arno a Fucecchio

16.30 Andrea Vanni Desideri - Silvano Santi – Sivia Leporatti: Strutture insediative e materiali in area guidingo-cadolingia

17,00-17,15 Pausa

 

 17.15-18,30 

Tavola rotonda conclusiva fra i relatori  (aperta a domande e interventi del pubblico):

Nuovi spunti dall’incontro fra storici e archeologi per lo studio dell’assetto territoriale della Toscana nei secoli IX-XIII

(ha moderato e concluso Giuliano Pinto)

 


© 2009-2018 - Montanelli Montanelli Bassi - Codice fiscale 91003700480