Fondazione Montanelli Bassi
home | contatti | cerca
 
22 ottobre 2013

I vincitori del Premio di Scrittura Indro Montanelli 2013


I vincitori del Premio di Scrittura Indro Montanelli 2013 sono: per il Premio alla carriera, Domenico Quirico e, per il Premio Giovani, Azzurra Meringolo. Una menzione speciale per Stefano Rotta.

La consegna del premio avverrà a Milano presso la Fondazione Corriere della Sera, il 10 dicembre alle ore 18.

 Domenico Quirico

Domenico Quirico, nato ad Asti nel 1951, si è laureato in Giurisprudenza. Dal 1980 è a La Stampa, prima come caposervizio degli Esteri, poi come corrispondente da Parigi e ora come inviato. Ha scritto corrispondenze dal Sudan, Darfur, dal Corno d’Africa, dall’Uganda e più recentemente ha seguito le vicende della guerra in Mali e le “primavere arabe”.

 Rapito in Libia nel 2011, insieme ad altri colleghi, ha subìto recentemente la stessa sorte in Siria, dove è rimasto sequestrato 152 giorni dal 9 aprile all’8 settembre dell’anno in corso.

Ha pubblicato i seguenti libri: Squadrone bianco (Mondadori 2004),Generali (Mondadori 2007), Naja. Storia del servizio di leva in Italia (Mondadori 2008), Primavera araba. Le rivoluzioni dall’altra parte del mare (Bollati Boringhieri 2011), Gli ultimi. La magnifica storia dei vinti (Neri Pozza, 2013).

Si è distinto per il coraggio e la determinazione con cui ha seguito direttamente gli eventi, raccontandoli con rara efficacia nei  suoi articoli e nei suoi libri.

Figura di spicco del giornalismo italiano, appartiene in particolare alla schiera degli inviati speciali, che hanno saputo parlare ai lettori trasmettendo anzitutto l’immagine della loro persona coinvolta nei fatti. L’esperienza recente, vissuta sfidando l’assurdo delle vicende siriane, e raccontata in pagine prodotte con invidiabile dominio della parola, ne ha fatto un’icona del giornalismo occidentale  

Azzurra Meringolo

Azzurra Meringolo è ricercatrice dell’area Mediterraneo e Medio Oriente dell’Istituto Affari internazionali, dove si occupa di mondo arabo, concentrando la sua ricerca soprattutto sull’Egitto. È dottore di ricerca in Relazioni internazionali e, da anni, giornalista professionista in Medio Oriente. Collaboratrice di testate nazionali e internazionali, è caporedattore di AffarInternazionali e coordinatrice scientifica della rivista Arab Media Report. Autrice de I ragazzi di piazza Tahrir, nel 2012 ha vinto il premio giornalistico Ivan Bonfanti e la sua tesi di dottorato sull’antiamericanismo egiziano si è aggiudicata il premio Maria Grazia Cutuli.

Giovanissima cronista e scrittrice, si distingue per la volontà di dare ai lettori diretta testimonianza dei rivolgimenti profondi in corso nei Paesi magrebini e del Vicino Oriente, con una prosa che rispecchia la velocità delle comunicazioni che ormai non lanciano solo notizie, ma muovono i fatti: come accade particolarmente nella “blogosfera araba”.

Stefano Rotta

Stefano Rotta (Lodi, 1985), laureato in giurisprudenza a Modena, cura per la “Gazzetta di Parma” una rubrica domenicale di storie di vita fra Po e Appennini. Ha pubblicato reportage dalla Somalia e dall’Etiopia per “Sette” e “Io Donna”, magazine del “Corriere della Sera”. Nel 2011 ha vinto il premio Enzo Biagi per i giovani cronisti. E’ autore di Rosso Ghiaccio, viaggio nella vita tragica e romanzesca di Eugenio Monti.

 Oggi ventottenne, ha esordito rappresentando con onore la ricchezza di spirito e di intelletto della provincia italiana. Già premiato per questa caratterizzazione mostra ora pienamente le sue capacità di scoprire nei più diversi incontri la molteplicità del reale, che ripropone al lettore con un linguaggio che ha i pregi della densità e rapidità e non ha bisogno di artifici.

 

La giuria

La giuria per l’edizione 2013 è composta da 1) Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca; 2) Paolo Mieli in rappresentanza della Fondazione Corriere della Sera; 3) Marco Ballarini per la Biblioteca Ambrosiana di Milano; 4) Giovanni Sartori, accademico dei Lincei (Classe Scienze Morali); 5) Ferruccio de Bortoli delegato dal presidente della Fondazione Montanelli Bassi 

 

 

 

Il Premio di scrittura Indro Montanelli 2013

(Il bando)

La Fondazione Montanelli Bassi ha istituito nel 2001 un premio di scrittura in lingua italiana per ricordare Indro Montanelli, giornalista, storico e narratore.  E’organizzato con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Fucecchio.

Il premio ha cadenza biennale ed è dedicato al giornalismo, alla divulgazione storica e alla memorialistica. Di volta in volta la giuria indica il genere prescelto o il tema di riferimento.

Ai fini dell’assegnazione del premio sarà data particolare importanza alla qualità e all’originalità della scrittura dei testi presi in esame.

La giuria per l’edizione 2013 è composta da 1) Francesco Sabatini, presidente onorario dell’Accademia della Crusca; 2) Paolo Mieli in rappresentanza della Fondazione Corriere della Sera; 3) Marco Ballarini per la Biblioteca Ambrosiana di Milano; 4) Giovanni Sartori, accademico dei Lincei (Classe Scienze Morali); 5) Ferruccio de Bortoli delegato dal presidente della Fondazione Montanelli Bassi 

Saranno assegnati due ordini di premi

a) Premio alla carriera per chi, avendo oltre 35 anni, abbia già acquisito larga notorietà nell’ambito del giornalismo.

b) Premio “Giovani” per chi, avviato alla professione giornalistica, abbia un’età inferiore a 35 anni.

Le candidature al premio “Giovani” possono essere presentate inviando alla segreteria della Fondazione Montanelli Bassi i testi proposti, secondo le modalità e i termini previsti dal bando.

Il “Premio alla carriera” sarà assegnato autonomamente dalla giuria.

Per la quinta edizione del premio la giuria propone il seguente tema:

L’incontro: con personaggi, luoghi, fatti.

Potranno essere presentati articoli tratti da quotidiani o periodici, anche raccolti in volume, oppure libri il cui contenuto sia pertinente al tema proposto. Saranno accettati anche testi pubblicati sulla rete Internet, purché inviati in forma cartacea e con l’indirizzo che ne consenta la reperibilità.

I testi, in lingua italiana e scritti da autori che alla data 31 dicembre 2010 non abbiano superato i 35 anni, dovranno essere stati pubblicati tra il 1 gennaio 2009 e il 31 dicembre 2010 e pervenire in sei copie entro il 30 gennaio 2011 alla segreteria della Fondazione Montanelli Bassi (Via G. di San Giorgio n. 2, C.P. 190, 50054 Fucecchio).

I candidati dovranno indicare le proprie generalità, indirizzo, numero




     

 
© 2009-2018 - Montanelli Montanelli Bassi - Codice fiscale 91003700480