Fondazione Montanelli Bassi
 
7 maggio

A tavola con Indro





Indro a tavola insieme al sindaco di Fucecchio Antonio Marrucci nel 1987.


 A tavola con Indro 

«… so misurare appieno l’imprudenza che commetto pubblicamente nel confessare le mie predilezioni culinarie in un Paese come il nostro, dove poche mangiate di pappardelle con gli amici rischiano di trasformarsi, nella fantasia di piagnoni dispeptici, in banchetti trimalcionici. I miei gusti, e spero di non deluder nessuno, sono però assai semplici. E ne scrivo solo perché sono tipicamente ‘fiorentini’: una minestra di fagioli, una costata con insalata fresca di campo, una pigna d’uva salamanna, quand’è stagione, i migliacci dalla crosta spessa intrisa d’olio e tempestata di pinoli, il tutto innaffiato da un paio di bicchieri di Chianti e sigillato da un buon caffè. Roba squisita, di casa mia, dove l’aggettivo non va né all’abbondanza, né alla varietà, né allo scialo: va soltanto alla semplicità e alla cura con cui tutto vien confezionato, e alla placidità dei conversari con i quali -  sempre -  cerco d’accompagnare questo mio pasto ‘fiorentino’.»

 Da I. Montanelli, La ‘mia’ Firenze, Quaderni della Fondazione Montanelli Bassi, FM Edizioni, 2005, p. 18, ristampato anche in Indro Montanelli racconta la sua terra, a cura di Adriano Lotti, Edizioni dell’Erba, 2009, p. 167.

 




     

 
© 2009-2021 - Montanelli Montanelli Bassi - Codice fiscale 91003700480