Fondazione Montanelli Bassi
 
14 maggio

Fatti e interpretazioni




Fatti e interpretazioni

Nessuno, creda a me, è mai correttamente informato di qualcosa, nemmeno l’informatore. Che, sotto l’impatto dell’avvenimento, ne racconta ciò che, sul tamburo, riesce a saperne, e che non è mai tutto ciò che è realmente avvenuto. Lo stesso dicasi per le ricostruzioni di avvenimenti passati su cui non mancano i documenti, che però vengono regolarmente contraddetti dalla successiva scoperta di altri documenti.

Nemmeno gli storici più scrupolosi sfuggono a questo relativismo e soggettivismo dell’informazione. Ce ne sono che tuttavia si accapigliano sui motivi della disfatta di Napoleone a Waterloo. Fu colpa dell’inattesa defezione di Grouchy o merito dell’inatteso intervento di Blücher? Ogni avvenimento, presente e passato, esige un’interpretazione. E non c’è interpretazione - anche la più onesta, cioè la più completa di tutti gli elementi e particolari - che, dando più rilievo ad alcuni di essi invece che ad altri, non ne alteri la visuale.

Da Corriere della Sera, “La Stanza di Montanelli”, 2 aprile 2000. Anche in I. Montanelli, Le nuove stanze, BUR, 2001, p. 434.

Copyright Eredi Montanelli.
Tutte le opere di Indro Montanelli sono pubblicate da Rizzoli Editore.


 

Indro Montanelli in una caricatura di Forattini




     

 
© 2009-2021 - Montanelli Montanelli Bassi - Codice fiscale 91003700480